Gianluca Ottone

Andrej respira nuvole

Andrej Fabbri vive alle porte di Bologna con sua madre Martina, assistente sociale del quartiere San Vitale. Quando aveva sei anni, sognava di bucare il mondo con una pistola laser, questo lo faceva sentire appagato. Crescendo, scopre le nuvole e impara ad usarle per sopportare la scuola e i suoi compagni, che per lui sono “un incubo, un’enorme bugia e non servono a un cazzo”. Con un tatuaggio, battezza l’inizio di una nuova fase e inizia a lavorare come manovale con Abdelabil, un artigiano marocchino buono e generoso che tenta di insegnargli la saggezza del Corano. Conosce Alice, carismatica e sensuale studentessa di Lettere. Si amano, ma un giorno, credendola altrove, la vede in compagnia. Quella stessa notte, sui viali di Bologna, Andrej incontra Eva ed Elena, che gli offrono una bottiglia piena di nuvole. Il suo nuovo amico “Bonzo il mistico, l’ascetico, lo sciamano delle nuvole”, lo aiuterà a perdersi meglio in quella scoperta, ma qualcosa non va. Un prurito sul collo e i colori si accendono, una gomitata e un pugno fortissimo... sente di essere seguito. Inizia la fuga in macchina attraverso l’Europa e quando il mondo si “incendia in una foresta di colori”, l’Osservatore in persona gli rivolgerà direttamente la parola: “Guardami, io sono l’Osservatore, la tua fuga a pugni stretti è finita, ti devi fermare”. Andrej si risveglierà in un ospedale olandese. Fortuna che c’è Martina.


Gianluca Ottone è nato a Spinoso, in provincia di Potenza, nel 1974, ma è cresciuto nel bolognese, a Vedrana di Budrio. Inizia a scrivere racconti brevi nella prima adolescenza. Dopo aver conseguito la maturità si trasferisce in Olanda. Studia approfonditamente le lingue inglese e olandese e si iscrive al biennio di una scuola biblica. Ha sempre avuto la passione per la musica, si cimenta con tastiere, chitarra e armonica. Una volta tornato in Italia lavora nell’edilizia, nell’insegnamento, nel commercio e nell’assistenza sociale. Con Youcanprint ha pubblicato la raccolta di racconti “Jack è cattivo” e il romanzo “Andrej respira nuvole”. Al momento la famiglia e la scrittura sono le sue passioni più grandi.

 


Biografia:

Jack è cattivo

A prima vista, questi cinquanta racconti, tracciano una fenomenologia del malessere: eventi e personaggi difficili, disarticolati, scissi, che sconfinano su un versante con la psichiatria e le relative prescrizioni di psicofarmaci, sull’altro con l’auto-prescrizione di sostanze psicotrope o degli stessi psicofarmaci in miscele inquietanti. Sotto questo primo strato si sviluppa un intreccio volutamente fluido tra finzione e autobiografia, in un gioco di specchi e rimandi, che disegna una seconda, più universale fenomenologia, composta di passioni, incontri e contatti tra membri di un’umanità sofferente, ciascuno compreso e assorbito nella sua personale dimensione della fatica del vivere, ciascuno alla ricerca di oasi fugaci in cui respirare e sentirsi vivo.

Su Gianluca Ottone

Contatta l'autore attraverso la biblioteca

La tua richiesta sarà inoltrata 

 
 
 
 
 

Hai la possibilità di lasciare un apprezzamento positivo su Facebook e lasciare una recensione nei commenti se hai letto o comprato il libro.


Gianluca Ottone su Facebook

Leggi la recensione realizzata dal media partner WWWITALIA


Gianluca Ottone

Biblioteca Maria Santissima di Montevergine - Suore benedettine

via Ramiro Marcone, 56

83013 - Mercogliano (AV)

0825.787038

bibliomariassmt@virgilio.it

info@bibliotecasuoremontevergine.it

www.bibliotecasuoremontevergine.it

2017 - Copyright