Gianluca

Villano

Il Divoratore d'Ombra

Saga della Corona delle Rose - vol.1

Una volta ogni 40 giorni un Oblato del culto degli Esaminatori viene trasfigurato in Divoratore. Ogni 40 anni, attraverso una Cerimonia Solenne nel Tempio della società dell'Haorian, l'Uomo-Dio trasfigura un ragazzo in Divoratore d'Ombra: l'essere più devastante che si possa creare. Dopo soli 30 anni, Crios della città di Muelnor è il prescelto. Durante una notte di manifestazioni soprannaturali, un Vento Misterioso e un Bianco Rapace si muovono furtivi alla ricerca di Logren, il cui fato sembra indissolubilmente legato a quello dell'amico Crios. Qual è il destino che lento e inesorabile incombe su di loro?


Saga della Corona delle Rose - vol.2

L'Obelisco dei Divoratori

Dopo la rivelazione del vero Profeta e la distruzione di Muelnor, il mondo di illusioni e menzogne creato dall'Haor crolla progressivamente. La guerra all'Haorian non può più essere rimandata. Logren, così come il capitano Pellin e i seguaci della Nuova Dottrina si preparano allo scontro finale. Dentro se stessi dovranno trovare la fede per sperare nel sostegno di Horomos e il coraggio per affrontare l'Iniquo.

Saga della Corona delle Rose - vol.3

La Stirpe dei Divoratori

In questo terzo episodio della Saga della Corona delle Rose, Logren, il Profeta della Nuova Dottrina, dovrà fare affidamento soprattutto su se stesso e sulle sue forze: se da una parte può contare sull'aiuto di Nahily, la Guardiana della Tela del Tempo, è vero che dall'altra si fa sempre più difficile per lui distinguere i sogni e le visioni dalla realtà. Così come è complicato riconoscere le differenze tra ciò che lui riesce a vedere e ciò che invece vedono i suoi compagni d'avventura. Dovrà lasciarsi guidare dalla fede in Horomos, dal suo istinto e da una nuova consapevolezza delle proprie capacità. E come se la staranno cavando Pellin e i suoi compagni contro l'esercito di Mor-Vidia? Logren potrà contare ancora una volta sul loro aiuto? Pellin, in missione con Kalhaud e Angrell, dovrà impedire a Mor-Vidia di catturare l'Angelo di Ghiaccio. Sono pronti a tutto, trascinati dalla voglia di riscatto e dall'assoluta dedizione alla causa del Profeta. Nonostante tutti gli sforzi, però, presto anche per loro le cose si metteranno male.

La Cripta delle anime esiliate

Saga della Corona delle Rose - vol.4

Logren si prepara ad affrontare il suo incubo peggiore: Nhea, la Paladina decaduta dell'Ordine della Rosa Bianca. È maturato molto dal giorno in cui ha indossato per la prima volta il Sigillo dell'Unicorno ma deve completare la sua formazione nella Città dei Ponti Arcobaleno. Dall'esito delle sue azioni dipenderà il destino della razza umana. Quando si troverà alle strette, fra il timore per la sfida più ardua e la necessità di fermare la devastazione di Arbor, saprà compiere la scelta giusta?


Sono nato a Tivoli il 6 Gennaio del 1975.

Ricordo molto bene quando tutto è iniziato… come in un sogno mi passano davanti le immagini dei miei eroi dell’infanzia, a iniziare da Luke di Star Wars. Ho scritto il mio primo racconto fantastico in quarta elementare, un susseguirsi di vicende mirabolanti che vedevano coinvolto me stesso; manifestavo il bisogno di vivere in prima persona le imprese e soprattutto le emozioni dei miei amati beniamini. Il mio primo amore è stata Lamù, indimenticabile, e come non menzionare l’incantevole Creamy o l’adorabile cara dolce Kyoko; nei miei racconti ho amato ognuna di loro, ma ero principalmente l’eroe d’imprese epiche: Peter Rey di Gundam, Tekkaman, Pegasus de I Cavalieri dello Zodiaco, Jean de Il Mistero della Pietra Azzurra. Ero con Bastian de La Storia Infinita, quando si è rifugiato nella soffitta della scuola; ero con Mikey de I Goonies, quando ha scoperto la mappa del tesoro di Willy l’Orbo; ero con Indiana Jones, quando ha assistito all’apertura dell’Arca dell’Alleanza; ero con Frodo de il Signore degli Anelli, quando ha iniziato il viaggio per il Monte Fato. Ognuno di loro ha contribuito profondamente alla mia crescita caratteriale e letteraria, esaltando il mio lato romantico, enfatizzando la ricerca della giustizia, spronandomi a perseguire valori e virtù come il coraggio, l’eroismo, il senso di responsabilità; devo a loro anche il senso di meraviglia che mi spinge a cercare nella vita e nei miei scritti emozioni ed esperienze sempre più spettacolari.

Ho fatto della mia vita un grande sogno, una grande avventura: dal titolo del mio primo romanzo pubblicato, La Rosa dei Nirb, è nata un’associazione ludica che porta lo stesso nome e si occupa di giochi di ruolo da tavolo e dal vivo; ho fatto forgiare da un fabbro la Spada delle Virtù del protagonista di uno dei miei romanzi; ho fatto cucire un abito regale per indossarlo nelle presentazioni dei miei romanzi e negli eventi. Ho in cantiere nuove e strepitose sorprese, tra cui la realizzazione del gioiello magico indossato dal protagonista de Il Divoratore d’Ombra. Mi piace scrivere per condividere tutto il mio entusiasmo, per trasmettere ai lettori le sensazioni che provo, con la speranza di divertirli, ma soprattutto per stimolarli a realizzare i propri sogni.

Ho affinato l’arte dello scrivere imparando da grandi maestri, a iniziare da Tolkien e da Michael Ende, ma anche e soprattutto leggendo Terry Brooks, con la sua Saga di Shannara e Joe Dever, con i Librogame di Lupo Solitario. La prima pubblicazione arriva dopo aver conosciuto il mondo dei Giochi di Ruolo, dopo Dungeons & Dragons. Avendo ricoperto il ruolo di Master per parecchi anni, sorse la necessità e l’opportunità di creare un mondo dove ambientare le sessioni di gioco e così è nata Arbor, un’isola-continente dove nascono tutte le avventure e le storie per i miei romanzi; con La Rosa dei Nirb(2002) e Il Muro d’Ombra(2005) iniziai a far conoscere il frutto della mia fantasia; si trattava di romanzi autoconclusivi che descrivevano una terra popolata da razze, più o meno appartenenti al panorama classico, le quali convivevano con realtà soprannaturali di natura angelica.





Biografia:

Contatta l'autore attraverso la biblioteca

La tua richiesta sarà inoltrata 

 
 
 
 
 

Hai la possibilità di lasciare un apprezzamento positivo su Facebook e lasciare una recensione nei commenti se hai letto o comprato il libro.


Gianluca Villano su Facebook

Leggi l'intervista realizzata dal media partner WWWITALIA


Gianluca Villano

Biblioteca Maria Santissima di Montevergine - Suore benedettine

via Ramiro Marcone, 56

83013 - Mercogliano (AV)

0825.787038

bibliomariassmt@virgilio.it

info@bibliotecasuoremontevergine.it

www.bibliotecasuoremontevergine.it

2017 - Copyright